Tour Argentina
Condividi su:

Partenze date fisse - minimo 2 persone - guide in italiano/spagnolo/inglese

  • città

    Buenos Aires - Trelew - Punta Tombo - Puerto Madryn - Valdes - Trelew - Ushuaia - El Calafate - Perito Moreno

    Località: BUENOS AIRES / TRELEW / PUERTO MADRYN / PENISOLA VALDES / TRELEW / USHUAIA / EL CALAFATE / PERITO MORENO
  • itinerario

    01 giorno BUENOS AIRERS
    Arrivo all’aeroporto internazionale Ezeiza e trasferimento in hotel. Tempo a disposizione e nel pomeriggio partenza per la visita di Buenos Aires. Innanzitutto, le sue strade principali: la 9 di Julio- la via più grande del mondo-; l’Avenida Corrientes con i suoi numerosi teatri, cinema, librerie e ristoranti; l’Avenida di Mayo, importante arteria la cui influenza spagnola, si nota tanto per la concezione architetturale dei suoi edifici quanto per la presenza di centri commerciali di tipo spagnoli. Sull’Avenida 9 di Julio si trova l’Obelisco con i suoi 65 metri di altezza, epicentro di una stella di corsi importanti; qui si trova anche il teatro Colón, costruito nel 1936: uno dei gioielli dell’architettura argentina. Vedrete anche la Piazza di Mayo dove, di fronte alla Casa Rosa, che è l’attuale palazzo del Governo, tutti i giovedì si riuniscono le madri che hanno perso i loro figli sotto la dittatura. Si visita la Boca: primo porto della città. Questo quartiere fu il primo luogo conosciuto dagli immigrati. e rappresentava il loro rifugio. L’immigrazione più importante fu quella italiana tra il 1880 e il 1930. Uno dei principali centri d’interesse di La Boca è la via “Caminito”, dove potrete scoprire degli ammassi di piccole case modeste costruite di lamiera recuperata dai colorati battelli in disuso. Il quartiere della Boca subiva, e ancora accade a volte oggi, le inondazioni quando il fiume, molto vicino, straripava: ciò spiega i giganteschi marciapiedi che raggiungono a volte i 60 cm. Si visita poi San Telmo, un quartiere storico che all’origine non era altro che una piccola via che univa la Piazza Mayor al porto. Con il passare del tempo gli artigiani o lavoratori, a seconda delle attività portuarie, si sono installati nel quartiere che è diventato sempre più grande. Un po’ come Montmartre a Parigi, il quartiere ha cominciato soprattutto a essere frequentato da artisti e intellettuali e si è trasformato in un luogo altolocato d’opere d’arte e bar di tango. La visita termina con la Recoleta, il quartiere residenziale per eccellenza: ristoranti, bar, discoteche e numerosi altri luoghi di divertimento. Le passeggiate sono piacevoli grazie ai numerosi parchi e piazze. Passeggiata per il cimitero della Recoleta che venne costruito nel 1822 ed è il più importante cimitero del paese. Qui si trovano più di 70 lussuose tombe monumentali che sono state dichiarate Monumenti Storici Nazionali. Il cimitero della Recoleta è il cimitero di famiglie illustri e potenti: qui si trova la tomba di Eva Perón (Ingresso con supplemento). Al termine rientro in hotel. Pernottamento.

    02 giorno BUENOS AIRES/TRELEW/PUNTA TOMBO/ PUERTO MADRYN (colazione)
    Trasferimento in aeroporto e volo per Trelew. Arrivo e trasferimento alla Riserva di Punta Tombo, a circa 107 km al Sud di Trelew. La Riserva di Punta Tombo è formata da una colonia di pinguini, la più grande al mondo. In questo luogo in alcuni periodi dell’anno, è possibile avere un concentramento di un milione di pinguini di Magellano. Negli anni 70 questi pinguini erano in via di estinzione, pertanto, il governo argentino ha disposto che Punta Tombo diventasse una riserva faunistica protetta.
    Calendario annuale dei pinguini di Magellano:
    Fine agosto: arrivo dei primi maschi riproduttori.
    Settembre: arrivo delle femmine riproduttrici e preparazione dei nidi.
    Ottobre: deposizione delle uova.
    Novembre: si schiudono le uova e ricerca del cibo da parte dei “genitori”.
    Dicembre: le spiagge si riempiono di giovani pinguini.
    Gennaio: Inizio del cambiamento di piumaggio per i giovani pinguini.
    Febbraio: grande concentrazione di pinguini sulla spiaggia.
    Marzo: abbandono di Punta Tombo.
    Aprile: inizio della migrazione dei pinguini verso il nord.
    Da maggio a giugno: Periodo di vita nel mare (è impossibile vederli a Punta Tombo)
    Al termine trasferimento a Puerto Madryn e sistemazione in hotel. Pernottamento

    03 giorno PUERTO MADRYN/PENISOLA VALDES/PUERTO MADRYN (colazione)
    Partenza per l’escursione di un’intera giornata nella Penisola di Valdés, una delle riserve animali più importanti al mondo. Nella riserva vivono leoni marini, delfini, orche, guanacos, ñandues” (struzzi della Patagonia), volpi grigie, ecc.…Arrivo all’entrata della Riserva e visita del museo di Scienze Naturali (centro d’interpretazione) dove si viene informati sulla flora, fauna, geografia e storia della regione. È una buona introduzione per il proseguimento dell’escursione. Nel tardo pomeriggio rientro in hotel. Pernottamento

    04 giorno PUERTO MADRYN/TRELEW/USHUAIA (colazione)
    Trasferimento all’aeroporto di Trelew e volo per Ushuaia. Arrivo, benvenuto e trasferimento in hotel. Pernottamento

    05 giorno USHUAIA/PARCO NAZIONALE/CANALE BEAGLE (colazione)
    Visita al Parco Nazionale di Lapataia al confine con il Cile, dove si vedranno bellissimi scenari con picchi innevati, laghi e torrenti, sino ad arrivare in una zona dove i primi abitanti, gli indios Ona, usavano accendere grandi fuochi, da cui il nome “Terra del Fuoco”, dato dai primi colonizzatori. Nel pomeriggio partenza per la navigazione del Canale di Beagle (navigazione con servizio collettivo e guida spagnolo/inglese). Si potranno vedere diverse colonie di leoni marini e varie specie di uccelli acquatici. Durante la navigazione si potrà osservare l’affascinante panorama della città di Ushuaia, della costa e delle isole di questa terra alla “fine del Mondo”. Al termine rientro in hotel. Pernottamento

    06 giorno USHUAIA/EL CALAFATE (colazione)
    Trasferimento all’aeroporto di Ushuaia e volo per El Calafate. Arrivo, benvenuto e trasferimento in hotel. Pernottamento

    07 giorno EL CALAFATE/PERITO MORENO/EL CALAFATE (colazione)
    Partenza per la visita del ghiacciaio Perito Moreno, all’interno del Parco Nazionale Los Glaciares. Questo parco fu creato nel 1937 con lo scopo di conservare e proteggere le specie naturali di questa regione. Si estende su una superficie di 600.000 ettari e nel 1981 venne dichiarato Monumento Naturale del Patrimonio Mondiale dall’UNESCO. È uno dei ghiacciai nel mondo che continuano ad avanzare nelle acque, e queste sono le acque del Lago Argentino. Osservazione del ghiacciaio da passerelle costruite appositamente per godere al meglio del panorama. Al termine rientro in hotel. Pernottamento

    08 giorno EL CALAFATE/LAGO ARGENTINO/EL CALAFATE (colazione, box lunch)
    Trasferimento a Punta Bandera per un’escursione di tutta la giornata sul Lago Argentino (navigazione collettiva). Il ghiacciaio Upsala è uno dei più importanti del Parco Nazionale Los Glaciares. Navigare sul Lago Argentino tra gli iceberg e le montagne circostanti costituisce una combinazione equilibrata e molto piacevole di natura, avventura e storia. I tragitti incorniciati dalla Cordigliera delle Andes, dai ghiacciai e dal Lago Argentino, ci mettono in contatto con un ambiente naturale, unico e remoto. Al termine rientro a Calafate. Pernottamento

    09 giorno EL CALAFATE/BUENOS AIRES (colazione)
    Trasferimento all’aeroporto di El Calafate e volo per Buenos Aires. Arrivo e benvenuto a Buenos Aires. Trasferimento in hotel. In serata trasferimento collettivo al ristorante per la cena con spettacolo di Tango. Pernottamento.

    10 giorno BUENOS AIRES (colazione)
    Trasferimento all’aeroporto internazionale Ezeiza, assistenza per le formalità di imbarco e volo di rientro.

  •  

    Partenze 2021: 05/01 - 12/01 - 03/02 - 17/02 - 03/03 - 17/03 - 15/09 - 29/09 - 06/10 - 13/10 - 20/10 - 10/11 - 24/11 - 01/12 - 15/12 - 23/12 - 29/12
    Partenze 2022: 05/01 - 12/01 - 26/01 - 02/02 - 16/02 - 02/03 - 16/03

    Incluso: Pernottamento in hotel 3-4 stelle con prima colazione - Entrate e visite descritte nel programma - Buenos Aires: trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto in privato e guida in italiano (escluso il trasferimento per la cena con spettacolo di tango  che viene effettuato con servizio regolare senza guida) - Trelew: I trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto sono effettuati con servizio regolare e guida spagnolo/inglese - Escursioni con servizio collettivo e guida in italiano al Parco Nazionale Terra del Fuoco - El Calafate: trasferimenti con servizio collettivo e guida spagnolo  - Navigazione Lago Argentino con servizio regolare e guida della barca spagnolo/inglese – assicurazione medico/bagaglio.

    Non Incluso: voli intercontinentali e voli interni - tasse aeroportuali - bevande - mance - pasti non espessamente indicati - assicurazione annullamento

Richiedi la prenotazione

dal
al
Adulti 2
Bambini 0
  • Argentina - Informazioni Utili


    Descrizione: Un nome che proviene da una leggenda: I Conquistadores credevano che questo Paese fosse ricco di miniere di argento. Una terra ricca di contrasti; ghiacciai, pampas, grandi citta' e coste ricche di fascino. Una varieta' incredibile di fauna, dai pinguini alle otarie, per arrivare alle balene. Una popolazione che ha fatto del ballo una bandiera conosciuta in tutto il mondo.
    valuta: Peso Argentino, in circolazione si trovano banconote da 2, 5, 10, 50 e 100 pesos, e monete da 1 peso, 5, 10, 25 e 50 centesimi. Attualmente 1 euro corrisponde a circa 9,94 pesos Argentini (ARS).
    telefono: Per chiamare in Argentina comporre il prefisso internazionale 00054, seguito dal prefisso della località senza lo zero e dal numero desiderato. Cellulari: In Argentina è in funzione una rete GSM 1900
    Passaporto: Passaporto in corso di validità con scadenza non in feriore ai 6 mesi dalla data di arrivo
    .
    vaccinazioni: Non è richiesta nessuna vaccicnazione.
    elettricità: 220 volt.. Preferibile munirsi di adattatore
    Fuso orario: meno 4 ore rispetto all’Italia, quando da noi vige l’ora legale la differenza è di 5 ore. In Argentina non è presente l'ora legale.
    Clima: In considerazione della vastità del territorio in Argentina sono presenti climi che vanno dagli 0 gradi della Patagonia in inverno ai 30 gradi della Pampas o della zona dell'altopiano andino in estate. Per visualizzare le temperature minime e massime nei singoli mesi dell'anno e nelle diverse località vi suggeriamo di visitare la pagina Clima nel Mondo
    lingua: La lingua ufficiale è lo spagnolo, ma sono diffusi l'inglese, l'italiano ed il Francese, a seconda della zona e dello status sociale. A Buenos Aires è diffuso il "lunfardo", un dialetto tipico della capitale
    Cucina: Poco speziata è ricca di elementi che richiamano all'origine multietnica del Paese, l'influenza principale è quella della cucina spagnola, ma nei menù si trovano facilmente anche piatti della cucina italiana e francese, oltre ad ingredienti e piatti tradizionali che richiamano la cucina creola. Nelle zone costiere l'elemento principale è spesso il pesce, mentre all'interno i piatti sono per lo più a base di carne, la cui qualità è mondialmente riconosciuta. Cucinata prevalentemente alla griglia, si accompagna con gli ottimi vini locali. Oggi l'Argentina è il quinto produttore di vino al mondo

    Località raggiunte dal tour

    Buenos Aires
    Descrizione: La capitale dell’Argentina, affacciata sull’Oceano Atlantico e posizionata in un golfo chiamato Rio de La Plata. Raggiunge ormai quasi i 10.500.000 abitanti. Il clima è tipicamente tropicale. Le sue strade si estendono sulle rive del fiume, intrecciandosi tra loro in un brulicante viavai di auto e persone. A Buenos Aires tutto è caotico, anche una semplice gita sul fiume Rio de la Plata può diventare un’occasione di incontro con gli abitanti della città, socievoli e sempre pronti a far festa. Da non perdere: il Teatro Colón, con le sue mostre e spettacoli serali; la Catedral Metropolitana che ospita le spoglie di José de San Martín, eroe della lotta per l’indipendenza dell’Argentina;la chiesa di Nuestra Senora del Pila, edificata in stile coloniale. Molti i musei, tra i più interessanti: il Museo del Cinema, una serie di edifici collegati tra loro in cui si può ammirare una grande raccolta di opere cinematografiche e antichi strumenti per le produzioni; il Museo Histórico Nacional, che conserva una galleria di quadri molto antichi. Quattro passi nel famoso quartiere di La Boca che stupisce per i suoi edifici, molto vistosi, che hanno la particolarità di avere una struttura lignea dipinta con colori molto vivi

    El Calafate
    Descrizione: El Calafate è una cittadina fondata nel 1927 e sorge sulle rive del Lago Argentino. E’ il capoluogo del Parque Nacional Los Glaciares e per questo motivo ha goduto di un grande afflusso turistico, che ha determinato la costruzione di numerose strutture ricettive. Il nome di questa cittadina deriva da un arbusto selvatico tipico di questa zona, ed insieme a pioppi, salici, pini e steppa patagonica ne determina il paesaggio. Il clima è secco con medie stagionali che vanno dai 2° ai 19°. Da El Calafate partono leescursioni al Parque Nacional Los Glaciares ed al Perito Moreno (da settembre ad aprile)

    Puerto Madryn
    Descrizione: Puerto Madryn è una cittadina che si affaccia sul Golfo Nuevo, rinomata come località turistica dalle lunghe spiagge, porto commerciale, turistico e per la sua vicinanza alla Penisola di Valdés. La città fu fondata nel 1865 da un gruppo di gallesi, ma il vero insediamento nacque solo nel 1886 con la costruzione della ferrovia che collegava Puerto Madryn a Trelew. Da Puerto Madryn si accede facilmente alla Penisola Valdés dove nel 1983 nasce una Riserva Naturale per tutelare importanti specie animali come la balena franca, l’elefante marino e il pinguino di Magellano e dal 1999 è patrimonio dell’umanità. La penisola, bagnata dall’Oceano Atlantico per 400 Km, è un promontorio che non supera i 100 mt d’altezza. Il clima è semiarido con temperature che oscillano tra i 15 e i 35° in estate e gli 0 e i 15° in inverno. Da Puerto Madryn parte anche l’escursione a Punta Tombo, dove è presente una colonia di pinguini di Magellano che, nei mesi tra settembre ed aprile, può raggiungere le 500.000 unità.

    Ushuaia
    Descrizione: Ushuaia si trova sull’estrema punta sud del paese, dove si dice che finisca il mondo. La città fu fondata nel 1884 e fu resa famosa unicamente perché fu sede di una colonia penale nata qui alla fine dell’ottocento. Questo è il punto più australe del pianeta, infatti è scavalcato dal 54° parallelo; qui i climi vengono invertiti: l’estate australe corrisponde ai mesi di gennaio, febbraio e marzo mentre l’inverno corrisponde ai mesi di luglio, agosto e settembre. In estate le temperature sono alte, ma non certo collegate con il nome “terra del fuoco”, infatti non significa terra calda, ma dal fatto che da questa zona il navigatore Magellano avvistò i fuochi degli indios. L’inverno è davvero freddo, e il tutto indurito dalla potenza del mare che scarica tutta la sua potenza da Capo Horn fino alla costa di Ushuaia.