Tour Messico
Condividi su:

Partenze lunedì, giovedì e sabato
minimo 02 massimo 14 persone
guida in italiano

  • Descrizione

    Città

    Località: CITTÀ DEL MESSICO / CHOLULA / PUEBLA / OAXACA / MONTE ALBAN / TUXLA GUTIERREZ / SAN CRISTOBAL / SAN JUAN CHAMULA / ZINACANTAN / AGUA AZUL / PALENQUE / CAMPECHE / UXMAL / MERIDA / CHICHEN ITZA / RIVIERA MAYA
  • Descrizione

    01 Giorno CITTÀ DEL MESSICO
    Arrivo, incontro con la nostra guida in aeroporto, trasferimento e sistemazione in albergo. Pernottamento presso Hotel Hampton Inn & Suites by Hilton (4*) o similare.

    02 Giorno CITTÀ DEL MESSICO (colazione, pranzo)
    Partenza per il sito archeologico di Teotihuacan, a 50 km a nordest di Città del Messico. Teotihuacan è una delle città precolombine più affascinanti e importanti dalla cultura Azteca. Esploreremo i suoi templi, palazzi e piramidi, come il complesso del Palazzo di Quetzalpapalotl, il Templio della Conchiglia Piumata, la piramide della Luna e quella immensa del Sole, una delle più grandi al mondo. Dopo il pranzo in ristorante, torneremo a Città del Messico, costruita sopra i resti di Tenochtitlan, l’antica capitale degli Aztechi, per scoprirla insieme, visiteremo lo Zocalo, la piazza principale e una delle più grandi del mondo. Intorno alla piazza si trovano la Cattedrale Metropolitana e il Palacio Nacional, dove i “murales” di Diego Rivera narrano la storia del Messico. Successivamente si prosegue verso il famoso viale Paseo de la Reforma, costruito durante il corto regno da- ll’imperatore Massimiliano per collegare la piazza principale al castello nel parco di Chapultepec. Arriveremo al Museo Nazionale di Antropologia che racchiude in molteplici sale, l’eredità pre-colombiana non solo del Messico, ma di tutto il Mesoamerica ed è l’introduzione perfetta per il resto del viaggio. In serata rientro in albergo.

    03 Giorno CITTÀ DEL MESSICO/CHOLULA/PUEBLA/OAXACA (colazione, pranzo)
    partenza verso lo stato di Puebla, ci si fermerà al villaggio di Cholula co- nosciuto per le sue chiese, 365 in totale. Si farà visita alla chiesa di San Gabriel che ricorda una moschea; in contrasto Cholula ospita un importante sito archeologico tolteca dove si trova la piramide più grande del mondo. Di ritorno a Puebla, si farà un tour della città, Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO è conosciuta come “la città degli angeli” per le numerose sculture che li rappresentano e che decorano le facciate della maggior parte dei palazzi. Città di una maestosa architettura coloniale, con più di 5000 palazzi, la maggior parte in stile barocco appartenenti al XVI secolo che mettono in forte evidenza che è fu costruita e abitata dai conquistatori spagnoli anche se i disegni architettonici dei conventi, chiese e piazze sembrano prodotti dall’ispirazione divina. Dopo il pranzo si prosegue verso la citta di Oaxaca, arrivo e sistemazione in hotel. Pernottamento presso Hotel Casa Conzatti (4*) o similare.

    04 Giorno OAXACA/MONTE ALBAN/OAXACA (colazione, pranzo)
    partenza verso le montagne di Oaxaca, dove non molto lontano dalla città si trova il sito archeologico di Monte Alban. Fondato nel 500 A.C., è stato capoluogo dell’impero dei zapotecas, e una delle prime città popolate dal Mesoamerica. All’epoca di maggior sviluppo manteneva il controllo eco- nomico, politico e ideologico dalla comunità della valle e le montagne circostanti. Nel pomeriggio tour della città di Oaxaca, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, fu il centro delle civiltà Mix- teca e Zapoteca. Dopo essere stata conquistata dagli spagnoli nel 1533, la città velocemente presse l’impronta artistica di questa cultura, con edifici molto ornamentati e piazze copn giardini e fontane. Eppure, nonostante l’eredità coloniale, la città conserva il suo cuore indigena, grazie ad una vasta presenza di popolazione indi- gena. Cammineremo per le strade del centro storico, si farà visita alla Cattedrale, per ammirare la sua bella facciata barocca, la Chiesa di Santo Domingo – il cui interno mozzafiato abbaglia con gli ornamenti d’oro, la Casa Juarez, dove è vissuto il grande riformatore liberale e primo presidente indigena nella storia del Messico, Benito Juarez. Non mancherà una visita ai suoi colorati mercati e alla piazza principale chiamata Zocalo. Ritorno in albergo.

    05 Giorno OAXACA/TUXTLA GUTIERREZ/SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS (colazione, pranzo)
    Partenza all’alba presto verso l’aeroporto per prendere il volo di collegamento a Tuxtla Gutièrrez. Al vostro arrivo a Tuxtla, capoluogo dello stato del Chiapas, la vostra guida Vi attenderà. Arrivo e trasferimento al molo di Chiapa de Corzo per prendere la barca che ci porterà sul fiume Grijalva e che ci farà scoprire il mag- nifico Canyon del Sumidero, profondo un chilometro e lungo 14, mentre si osservano scimmie, coccodrilli e molti altri animali tipici della zona. Arrivo a San Cristobal de Las Casas e sistemazione in hotel. Pernottamento presso l’hotel Diego de Mazariegos (4*) o similare.

    06 Giorno SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS/SAN JUAN CHAMULA & ZINACANTAN/SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS (colazione, pranzo)
    Oggi esploreremo la cittadina di San Cristobal a piedi, passando dalla cattedrale al mercato per finire alla chiesa di Santo Domingo del XVIº secolo. Partenza per le montagne del Chiapas dove vivono gli indigeni Tzot- ziles di San Juan Chamula e Zinacantan. Conosceremo come i contrasti tra le deità precolombine e la religione cattolica convivono fianco a fianco, in un ambiente di grande misticismo. Al rientro, pranzo in ristorante e resto del pomeriggio libero.

    07 Giorno SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS/CASCATE DI AGUA AZUL/PALENQUE (colazione, pranzo)
    Partenza in mattinata per Palenque. Nel tragitto faremo una sosta ad Agua Azul per ammirare il paesaggio che compone un sistema di piú di 500 cascate di acqua turchese circondate dalla giungla. Pranzo in ristorante rustico. Arrivo a Palenque e sistemazione in albergo. Pernottamento presso Hotel Ciudad Real Palenque (4*) o similare.

    08 Giorno PALENQUE/CAMPECHE (colazione, pranzo)
    In mattinata visita del sito archeologico di Palenque, Patrimonio Culturale dell’UNESCO. Il sito, di grandissima importanza per i Maya tra il 600 e l’800 d.C., è composto da piú di 500 edifici in 15 chilometri quadrati dei quali solo alcuni sono stati portati alla luce. Il tutto è ancora più affascinante dai tucani e scimmie urlatrici che vivono nella giungla. Dopo il pranzo in ristorante, proseguimento per la città di Campeche e sistemazione in albergo. Pernottamento presso Hotel Castelmar (4*) o similare.

    09 Giorno CAMPECHE/UXMAL/MERIDA (colazione, pranzo)
    Partenza da Campeche verso la zona archeologica di Uxmal, Patrimonio Culturale dell’UNESCO. La caratte- ristica dello stile architettonico “Puuc” è quella di avere palazzo bassi e rettangolari con al centro giardini circondati da colonne con iscrizioni dedicate in maggior parte a Chaac, il dio della pioggia. Pranzo in risto- rante e partenza per Merida. Tempo libero per scoprire questa ricca cittadina, capitale dello Yucatan. Arrivo e sistemazione in albergo. Pernottamento presso Hotel Del Gobernador (4*) o similare.

    10 Giorno MERIDA/CHICHEN-ITZA/CANCUN, RIVIERA MAYA o TULUM (colazione, pranzo)
    Partenza da Merida per raggiungere Chichen-Itza, altro Patrimonio Culturale dell’UNESCO e una delle Nuove 7 Meraviglie del Mondo. Chichen-Itza è una delle zone archeologiche meglio conservate del Mondo Maya. Scopriremo la Piramide di Kukulkan, simbolo della città, il più grande campo del gioco della “pelota” di tutta la Mesoamerica, il “Cenote” sacro dove venivano gettati i corpi dei sacrificati agli dei. Nel primo pomeriggio, dopo il pranzo in ristorante, partenza per Cancun o la Riviera Maya per il soggiorno balneare o per prendere il volo di rientro.

  •  

     

    Incluso: volo interno - Sistemazione negli hotel descritti (o similari) - Prima colazione - 9 pranzi in corso di escursione - Trasporto con automezzi dotati di aria condizionata - Guide locali italiano/spagnolo - Ingresso a siti archeologici e musei citati nel programma - assicurazione medico/bagaglio 

Richiedi la prenotazione

dal
al
Adulti 2
Bambini 0
  • Messico - Informazioni Utili


    Descrizione: Un Paese allegro, con una popolazione piena di vita e coinvolgente. Un Paese che offre una cultura millenaria e un mare cristallino. Una civilta' che ha saputo costruire la piramide piu' alta del mondo e dove, architetti, astronomi e ingegneri hanno saputo mettere in pratica architetture che ancora adesso sono fonte di discussione. Un mare da incanto, con una barriera corallina senza confronti. Tutto del Messico vi lascera' senza fiato!
    Passaporto e visto: È sufficiente essere in possesso di passaporto valido per almeno 6 mesi oltre la data d’ingresso. Non è necessario il Visto.
    Lingua: La lingua ufficiale è lo Spagnolo, anche se la pronuncia è diversa da quello parlato in Europa.
    Consigli sanitari e vaccinazioni: Nessuna vaccinazione è obbligatoria. È comunque consigliabile portare con sé disinfettanti intestinali, fermenti lattici (la maledizione di Montezuma, spesso si fa sentire!!). Si consiglia di non dimenticare un repellente per gli insetti e una buona crema solare.
    Fuso orario: La differenza rispetto all’Italia è di 7 ore in meno (6 quando in italia vige l’ora lgale). Negli Stati del Nord la differenza è di 8 ore, e in Baja California la differenza è di 9 ore.
    Clima: Verso le pianure costiere e nella Penisola dello Yucatan il clima è sempre caldo e umido, mentre negli altopiani centrali e nel Chapas il clima diventa più secco e temperato. La stagione delle piogge (più calda) va da maggio ad ottobre, mentre in settembre sono possibili uragani. Da giugno a novembre le giornate sono soleggiate con possibili temporali nel pomeriggio e con temperature che arrivano a 30 gradi. Da dicembre a maggio il clima diventa secco.
    Valuta: La divisa nazionale è il Peso messicano. Attualmente un euro corrisponde a circa 16 pesos.
    Elettricità: 110 volts. Consigliamo di munirsi di adattatore universale.

    Località raggiunte dal tour

    Campeche
    Descrizione: San Francisco de Campeche è una città di circa 200.000 abitanti e capitale dell'omonimo stato. Un tempo la città era racchiusa entro una muraglia di forma esagonale per essere protetta dalle frequenti incursioni dei pirati. Ora di quella muraglia restano solo le rovine e una serie di “baluartes”, ovvero torri adibite a postazioni di avvistamento. La maggior parte degli edifici di Campeche è in stile coloniale e presenta dei suggestivi colori pastello che ricordano un po' L'Avana. La parte più interessante della città è senza dubbio il centro storico, ancora ben conservato e dichiarato nel 1999 patrimonio dell'umanità da parte dell'UNESCO. Da visitare Plaza de la Indipendencia, Casa de la Cultura, Palacio Municipal e il Teatro Francisco de Paula Toro, mentre, riguardo all'architettura religiosa, si segnala la splendida Catedral de Nuestra Señora de la Inmaculada Concepción, l'ex Templo de San José e le numerose chiese come quella dedicata a San Francisco e quella a Santa Ana. Dal punto di vista di interesse militare da vedere i vari “baluarte” e in particolare i due forti di San Miguel (dentro cui si trova il Museo della Cultura Maya) e San José el Alto.

    Città del Messico
    Descrizione: Città del Messico si estende su un altopiano del Messico centrale a circa 2300 metri s.l.m. Capitale del paese nonché il suo principale centro ha una popolazione di circa 20.000.000 di abitanti. E’ inoltre una delle più grandi metropoli del mondo, e della metropoli presenta il fascino e i problemi di queste grandissime città. Gode di un clima che la rende visitabile in qualunque periodo dell’anno anche se chi si reca in città deve prepararsi al suo traffico e alla continua confusione in qualsiasi ora del giorno ed è costituita da un Centro Storico, la zona più interessante dal punto di vista turistico, e da un’infinita periferia. Fondata in tempi antichissimi, la città era popolata dagli Aztechi, che fondarono Tenochtitlan, in seguito rasa al suolo e ricostruita dagli spagnoli. Oggi la città è il principale centro politico, amministrativo, economico e industriale del paese. Centro Storico: è il punto migliore per una visita che inizia normalmente dallo Zocalo, che è il nome con cui è più comunemente nota la Plaza de la Constitucion, vero cuore della città. Nei pressi della piazza si trovano alcuni dei principali edifici istituzionali del Messico tra cui il Palazzo Nazionale, in cui si trovano gli uffici del presidente e la Campana di Dolores, il Tempio Mayor, la cui origine risale al periodo azteco, e la Catedral Metropolitana. Dalla piazza attraverso la Avenida Madero si giunge all’Alameda Central, il principale parco della città, dove si trovano il Palazzo delle Belle Arti e la Torre Latinoamericana. Non lontano dal parco si trova la Piazza della Repubblica, con il Monumento alla Rivoluzione. Dall’Alameda inoltre parte il Paseo de la Reforma, la principale arteria di Città del Messico, in cui si trovano interessanti edifici e che conduce alla Zona Rosa, dove si trovano i negozi e i locali più esclusivi. Lungo la strada si trovano il Monumento a Cuauhtemoc e il Monumento alla Indipendenza. Il Bosque de Chapultepec: immenso parco che ospita il Museo Nazionale di Antropologia, Plaza Santo Domingo: anticamente i condannati a morte percorrevano questa piazza prima di essere uccisi. Intorno alla piazza, si ergono la Chiesa di Santo Domingo e il Museo della Medicina Mexicana. Xochimilco: nella zona meridionale si trova questa zona che ha come maggiore attrazione il Lago di Huetzalin. Per gli amanti dello sport è d'obbligo una visita a l’Azteca, uno degli impianti più belli del mondo, che in passato ospitò due finali mondiali e la mitica Italia-Germania del 1970. Nei dintorni della capitale si trova Teotihuacan, con la Cittadella e le piramidi del Sole e della Luna. A sud invece si trovano Cuernavaca, con il Palazzo dei Cortes, e Xochicalco, e Taxco, antico centro coloniale famoso per la produzione dell’argento

    Merida
    Descrizione: Si trova nella penisola dello Yucatan, di cui è la capitale e il centro più importante. La città gode di un clima caldo durante la maggior parte dell’anno. Merida era un centro importante già al tempo deiMaya e oggi, grazie al suo centro storico in stile coloniale e alla sua posizione strategica è una delle mete più visitate dello Yucatan, nonostante le alte temperature e l’inquinamento. E’inoltre un importante centro amministrativo, politico e culturale. Plaza Mayor: è il cuore religioso e politico di Merida ed è sicuramente il posto ideale per iniziare la visita, con la Cattedrale, il Palazzo del Governo, la Casa de Montejo e il Museo di Arte Contemporanea dello Yucatan. Dalla piazza parte la Calle 60, la principale arteria di Merida, sempre molto animata, lungo la quale si possono incontrare, oltre ai principali negozi e locali, anche il Parco Hidalgo e l’Università. Parque Centenario: è il luogo ideale dove trascorrere le giornate calde e afose e dove, al suo interno, si trova uno zoo, che ospita le specie animali più rare dello Yucatan. Il Paseo de Montejo, un’ampia strada in stile europeo, e il Museo Regionale di Antropologia, che mostra la storia della città fin dal tempo dei Maya e che è un valido supporto per chi vuole recarsi a visitare le rovine. Punto di partenza per altre destinazioni nello Yucatan: le affascinanti rovine Maya di Uxmal (Piramide dell’Indovino), Ruta Puuc e soprattutto Chichen Itzà, antica capitale Maya dello Yucatan in cui si possono ammirare, tra l’altro, la Piramide di Kukulkan e il Tempio dei Guerrieri.

    Oaxaca
    Descrizione: Capitale dell’omonimo stato nel Messico meridionale. La città, grazie alla sua storia, al suo clima sempre caldo e secco e alla vicinanza di importanti località balneari è un importante meta turistica. La fondazione risale al periodo azteco e nel corso dei secoli ha vissuto in condizioni di particolare isolamento, che gli ha consentito di portare sino ai giorni nostri la cultura e le tradizioni che oggi sono l’orgoglio della città. Importante centro amministrativo, culturale e turistico, è conosciuta per la produzione di oggetti di artigianato. Zocalo: situato proprio nel cuore di Oaxaca è un luogo di ritrovo molto frequentato. Qui si trovano molti caffè e ristoranti sempre molto affollati dalla popolazione locale e dai turisti. Sulla piazza si trovano il Palazzo del Governo, l’Alameda e la Cattedrale, i due principali monumenti sua posizione strategica è una delle mete più visitate dello Yucatan, nonostante le alte temperature e l’inquinamento. È inoltre un importante centro amministrativo, politico e culturale. Plaza Mayor: è il cuore religioso e politico di Merida ed è sicuramente il posto ideale per iniziare la visita, con la Cattedrale, il Palazzo del Governo, laCasa de Montejo e il Museo di Arte Contemporanea dello Yucatan. Dalla piazza parte la Calle 60, la principale arteria di Merida, sempre molto animata, lungo la quale si possono incontrare, oltre ai principali negozi e locali, anche il Parco Hidalgo e l’Università. Parque Centenario: è il luogo ideale dove trascorrere le giornate calde e afose e e dove, al suo interno, si trova uno zoo, che ospita le specie animali più rare dello Yucatan. Il Paseo de Montejo, un’ampia strada in stile europeo, e il Museo Regionale di Antropologia, che mostra la storia della città fin dal tempo dei Maya e che è un valido supporto per chi vuole recarsi a visitare le rovine. Punto di partenza per altre destinazioni nello Yucatan: le affascinanti rovine Maya di Uxmal (Piramide dell’Indovino), Ruta Puuc e soprattutto Chichen Itzà, antica capitale Maya dello Yucatan in cui si possono ammirare, tra l’altro, la Piramide di Kukulkan e il Tempio dei Guerrieri

    San Cristobal
    Descrizione: Situata nella Valle de Jovel, nello Stato del Chiapas, nel Messico meridionale e vicino al confine con il Guatemala. La città è conosciuta perché nel 1994 l’EZLN la occupò allo scopo di lanciare una nuova rivoluzione nel Messico, tentativo peraltro fallito. Grazie al suo aspetto coloniale e, all’ospitalità della sua gente oggi San Cristobal de Las Casas è diventata il principale centro amministrativo, politico ed economico della regione e una meta turistica molto ricercata dal turismo culturale. Il Chiapas ha vissuto per anni in condizioni di semi isolamento dal resto del paese e questo ha contribuito a mantenere le tradizioni come l’artigianato, che è ritenuto uno dei migliori del paese. Plaza 31 de Marzo: la piazza principale della città e ospita la Cattedrale e il Palazzo Municipale. Da qui, proseguendo verso ovest, si raggiungono il Museo dell’Ambra e il Museo della Cultura Popolare del Chiapas. Templo de Santo Domingo: viene considerata la più bella chiesa di San Cristobal. Poco distante il Mercato Municipal. Poco distante da San Cristobal, nella giungla, si trova una zona interessante per gli amanti della natura e dell’archeologia: si trovano infatti le località di Agua Azul, le Cascate di Misol e soprattutto il sito archeologico di Palenque, uno dei più interessanti di tutto il Messico. All’interno delle rovine si trovano il Tempio delle Inscrizioni, il Gruppo della Croce e il Palazzo