Tour Panama
Condividi su:

Guide in italiano

  • Città

    Panama - San Blas

    Località: PANAMA CITY / SAN BLAS
  • itinerario

    01° giorno Panama City
    Arrivo all’aeroporto internazionale di Tocumen, trasferimento e sistemazione in hotel ubicato nel centro finanziario della capitale, a pochi passi da ristoranti e locali notturni. Ricevimento in hotel di un rappresentante italiano locale per briefing. Pernottamento.

    02° giorno Panama City/San Blas (pensione completa in stile Guna)
    Al mattino molto presto partenza per le isole San Blas con mezzo 4x4 da 7 posti condiviso con altri passeggeri. Sosta per registrazione documenti, arrivo al porto e proseguimento in barca verso la piccola isola di palme e sabbia bianca per una vacanza scandita dai ritmi e dai suoni della natura. Arrivo e sistemazione nella camera riservata. Cena e pernottamento.

    03° giorno San Blas (pensione completa in stile Guna)
    La sistemazione nelle capanne spartane degli indios Guna permette di vivere insieme ad una popolazione che mantiene ancora vive le sue tradizioni. Tempo libero a disposizione per relax in spiaggia o per le escursioni incluse in barca alle isole vicine.

    04° giorno San Blas (pensione completa in stile Guna)
    Giornata per godere delle acque cristalline di color turchese con una barriera corallina ricca di vita marina. Destinazione per gli amanti del mare incontaminato con sistemazione spartana a contatto con la cultura degli indios Guna, popolazione in cui persistono ancora molte tradizioni antichissime.

    05° giorno San Blas/Panama City (colazione)
    Trasferimento in barca sulla terraferma dove ci aspetterà il nostro autista dell’auto fuoristrada condivisa per accompagnarci al nostro hotel di Panama City. Arrivo alle ore 12:30 circa e resto della giornata a disposizione. Pernottamento.

    06° giorno Panama City (colazione, pranzo)
    La mattina inizia con la visita con guida in italiano del Canale di Panama presso le chiuse di Miraflores. Continueremo con la visita dei luoghi più caratteristici come il Cerro Ancon, la Calzada de Amador e Casco Viejo, quartiere coloniale dichiarato patrimonio dell’umanità. Al termine rientro in hotel. Pernottamento.

    07° giorno Panama City (colazione)
    Giornata a disposizione per shopping o per attività facoltative prima del check-out. In orario concordato trasferimento in aeroporto internazionale di Tocumen per prendere il volo di rientro. Termine dei nostri sevizi.

  • Quote per persona - solo tour
    partenze giornaliere
    periodo doppia tripla singola
    dal 05/01/18 al 14/04/18 1.318 1.174 1.648
    dal 15/04/18 al 14/12/18 1.224 1.112 1.536

    Incluso: 3 notti Hotel Hilton Garden Inn o similare a Panama City - 3 notti hotel Isla Narasgandup o similare a San Blas in capanna privata con bagno e doccia - escursione giornaliera inclusa - Tour della Città e del Canale di Panama con guida in Italiano - trasporto privato aeroporto/hotel e viceversa - Trasporto condiviso in 4x4 Panama City/Carti Sugdube viceversa - assistenza in lingua italiana nei nostri uffici locali e al numero cellulare 24/7 per tutta la durata del soggiorno -  assicurazione medico/bagaglio

    Non incluso: Tassa valico di Nusagandi ,GunaYala, San Blas (USD 20 per persona) - Tassa terminal d’imbarco per le isole diSan Blas (USD 2 per persona) - Pranzi e cene dove non specificato - Mance e facchinaggio

  • Panama - Informazioni Utili


    informazioni: Lingua:
    quella ufficiale è lo spagnolo. Molto diffuso l’inglese, che si parla abitualmente nelle aree turistiche, in molti hotel e attività commerciali.

    Documenti e visti:
    Passaporto individuale in corso di validità minima di 6 mesi dalla data d’arrivo.

    Clima e abbigliamento:
    caldo tutto l’anno con temperature minime di 25º e massime di 33º. Periodo umido da maggio a novembre, con temporali intensi di breve o media durata, e periodo secco da dicembre ad aprile con precipitazioni sporadiche e solo in alcune zone del paese. Consigliamo di portare abiti leggeri e pratici per le basse quote e per le escursioni in montagna (Alto Chiriqui ) scarpe, giacche e maglioni adatti a temperature che possono scendere sotto i 12º a 1800 mt e fino a 3º sulla cima del Vulcano Baru. Per i più sensibili si consiglia un leggero golfino per i locali, musei, mezzi di trasporto con aria condizionata. Non dimenticate un leggero impermeabile, scarpe comode, occhiali e cappello per proteggervi dal sole oltre alle creme protettive contro i raggi solari e repellenti per gli insetti, oltre a una piccola scorta di farmaci generici e medicinali di uso personale.

    Vaccinazioni:
    nessuna obbligatoria nel territorio panamense. E’ consigliata la profilassi antimalarica per le regioni interne molto isolate.

    Valuta:
    la valuta ufficiale è il Balboa ( PAB ) ma equivale al Dollaro Americano in rapporto 1:1 (1 PAB = 1 USD ) e non esiste in banconote, solo in monete. Unica valuta circolante a tutti gli effetti è il Dollaro Americano. Al momento sconsigliamo di portare con se EURO in contanti, dato che sono cambiati solo in pochi istituti bancari con un tasso sconveniente. Accettate le carte di credito più comuni nelle zone più civilizzate.

    Tasse di uscita dal paese:
    Non ci sono tasse da pagare per voli con scalo da e per Usa ed Europa già incluse nella tariffa del biglietto.

    Fuso orario:
    6 ore in meno rispetto a quella italiana durante l’ora solare, 7 ore in meno durante l’ora legale.

    Corente:
    la corrente è 110 volt. Le prese sono quelle americane (due lamelle) si consiglia di munirsi di un adattatore.

    Telefono:
    la telefonata diretta per Panama si effettua con il prefisso internazionale 00507. Si possono acquistare Sim Locali prepagate per cellulari con piani telefonici e dati a prezzi contenuti.

    Mance:
    non sono mai incluse. E’ consuetudine lasciare una mancia di circa il 10% nei ristoranti e dare la mancia ai facchini, ai portieri d’albergo e ai tassisti.

    Sicurezza:
    portate sempre con voi i documenti (passaporto), vi sono spesso controlli da parte della polizia o della guardia nazionale. Non si segnalano pericoli evidenti, tranne in alcune zone non frequentate dai turisti, ma si consiglia sempre prudenza e di non portare con sé gioielli e molti soldi, non ostentare macchine fotografiche, videocamere o cellulari in strade isolate o di notte.

    Località raggiunte dal tour

    Panama City
    Descrizione: capitale dell’omonimo Stato di Panama, rappresentata dal suo famoso canale, è il ponte di collegamento tra Oceano Atlantico e Oceano Pacifico. Il canale è stata la fortuna della città; il vantaggio di collegare due oceani e due aree diverse del Pianeta ha fatto che sì che il territorio fosse il punto di passaggio per immensi flussi di uomini e imbarcazioni. Le sue vestigia coloniali, risalenti al XVI secolo, tempo della fondazione da parte dello spagnolo Pedro Arias de Avila, sono state riconosciute come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e soggette a restauri, hanno valorizzato il cuore storico della città. Monumenti importanti dell’epoca coloniale sono la Cattedrale metropolitana, dichiarata monumento nazionale nel 1941 ed esempio di architettura religiosa; la chiesa di San Filippo, il cui altare è stato realizzato interamente in oro puro; il complesso della Vecchia Panama, che costituisce il più antico insediamento coloniale sul Pacifico e dove si possono visitare il Convento di San Francesco, la Chiesa della Mercede e quella di San Giuseppe.

    San Blas
    Descrizione: I Kuna (popolazione locale) amano dire che “il loro arcipelago ha un’isola per ogni giorno dell’anno”. Le isole sono una destinazione ideale per chi ama la vita tranquilla, scandita dai ritmi della natura con una costa lussureggiante dalla bellezza selvaggia: isole ornate di palme, barriere coralline con abbondante vita marina. Le 365 isole (ancora in gran parte disabitate e molte ancora senza corrente elettrica) che compongono l’arcipelago di San Blas, sono la terra della popolazione indigena dei Kuna. Questi indios vivono in maniera indipendente secondo le loro leggi e antiche tradizioni. Le abitazioni generalmente sono costituite da una capanna di paglia e canne, e per dormire, vengono usate le amache. Sono riusciti ad avere il controllo sulla regione nel 1925, dopo una ribellione. Persistono ancora molte tradizioni antichissime e le donne sono tenute in grande considerazione. Sono loro a mantenere intatte le tradizioni di questo popolo. In particolare, la loro creatività si esprime attraverso la creazione delle molas, tele coloratissime, fatte con strisce di tessuto e ricami. Secondo la leggenda, furono create “all’inizio d’ogni tempo” a Kalu Tuipis, luogo mistico e misterioso che si trova nel fitto della foresta, dove risiedono gli spiriti. Prima dell’arrivo degli spagnoli, le donne kuna dipingevano le molas direttamente sul loro corpo nudo. Quando i missionari le obbligarono a portare abiti, iniziarono a realizzare tessuti raffiguranti animali, piante, disegni magici. Nelle isole per gli spostamenti si usa ancora il “cayuco“, una antica piroga ricavata da un unico tronco d’albero. Esistono poi dei Congressi Locali in ogni villaggio, diretti dai rispettivi Sáhila. Questi vengono indetti per lo meno due volte a settimana, ed ogni adulto (uomo o donna) è obbligato a parteciparvi. Si discute dei problemi della comunità ma anche di questioni familiari. Le isole di San Blas si sono aperte al turismo da poco tempo, esistono solo pochi lodge gestiti direttamente dai Kuna, piccoli eco-resort costruiti con materiali naturali nel pieno rispetto dell’ambiente. La porta d’ingresso dell’arcipelago di San Blas è L’Isla El Porvenir, ha piccole spiagge, qualche ristorantino e un porticciolo, dove affittare una barca per scoprire le isole