Hotel Mauritius
Condividi su:

partenze giornaliere - mezza pensione

  • Posizione

    Pointe Gerome

    Località: POINTE GEROME
  • Descrizione

    Posizionato su una penisola nel sud-est di Mauritius, tra lo storico villaggio di Mahébourg e il Blue Bay Marine Park, si trova Preskil Island Resort, hotel 4 stelle superior. Mentre i tuoi bambini prendono parte a una selezione di attività educative e ricreative presso il Tikoulou Kids Club, tu puoi rilassati nella sontuosa piscina a sfioro e goderti la bellezza di questo luogo pieno di fascino, finezza ed eleganza. Con le sue viste spettacolari sulle isole del sud-est, tra cui l'île aux Aigrettes o l'île au Phare, il Preskil Island Resort offre un'atmosfera conviviale e alcune autentiche esperienze isolane.

    CAMERE
    214 camere suddivise tra 117 Superior(45mq) - 22 family (53mq) - 12 Deluxe (51mq) - 18 family deluxe (58mq) - 34 Prestige (45mq) - 11 Junior Suite (83mq), dotate di Aria condizionata, Accesso Wi-Fi, Minibar (tè e caffè gratuiti), Cassaforte, telefono, TV (2 TV nelle camere family), Asciugacapelli, Macchina per caffè espresso. Nelle Camere Prestige & Junior Suite in più: Balcone o terrazza, Doccia in tutte le camere, Accappatoi e pantofole.

    L’hotel, per il vostro intrattenimento, organizza Eventi a tema ogni sera, Musica dal vivo e spettacoli culturali, Cocktail ogni mercoledì, Corsi di cucina ogni venerdì, 2 piscine (di cui 1 a sfioro di 650 mq)

  •  

    Hotel Preskil - 4 stelle
    Arrivi giornalieri - trattamento di mezza pensione
    quote per persona a partire da €

    periodo camera doppia 3° letto adulto 3° letto ragazzo 12/16 anni singola bambino 2/11 anni
    dal 07/01/22 al 30/04/22
    dal 01/09/22 al 31/10/22
    superior
    garden family
    deluxe

    1.024
    1.044
    1.
    119

    nd
    nd
    778
    625

    1.307
    1.337
    1.435
    556
    586
    586
    dal 01/05/22 al 31/08/22   superior
    garden family
    deluxe
     981
    1.049
    1.069
    nd
    nd
    778
    625 1.238
    1.307
    1.351
    111
    supplemento pensione completa adulto al giorno
    supplemento pensione competa bambino al giorno
    supplemento all inclusive adulto al giorno
    supplemento all inclusive bambino al giorno
    35
    18
    56
    28

    Incluso: 7 notti nella camera prescelta - trattamento di mezza pensione - trasferimenti condivisi a/r - assistenza in loco - assicurazione medico/bagaglio
    Non incluso: voli – tasse aeroportuali – bevande – mance – facchinaggi – assicurazione annullamento

    nozze: offerta sempre valida escluso dal 20/12 al 06/01.
    - Soggiorno minimo 5 notti. Non combinabile con nessuna altra offerta

    - sconto del 60% sulla quota della sposa
    - 1 cena a lume di candela
    - 1 massaggio duo di 20 minuti per la coppia
    - regali a sorpresa in camera

    camere:deluxe family, prestige, junior suite disponibili con quote su richiesta

     

     

  • Mauritius - Informazioni Utili


    Descrizione: Quando si parla di Mauritius il pensiero corre subito a lunghe spiagge bianche, ai colori dei fiori e al mare dalle infinite sfumature, ma la sua straordinarietà non si ferma qui. Parlando con le persone rimarrete colpiti dalla cortesia e disponibilità con la quale si rivolgeranno a voi, e nei loro dolci e discreti sorrisi potrete scoprire e apprezzare la tolleranza nella quale convivono culture e religioni diverse. Le escursioni che Mauritius offre sono innumerevoli, ma anche semplicemente andare “a zonzo” per l’isola vi rivelerà la sua bellezza e la ricchezza di paesaggi a volte cosi’ in contrasto l’uno con l’altro.
    Notizie Generali: GEOGRAFIA
    La Repubblica di Mauritius,situata nell’Oceano Indiano a est del Madagascar e quasi sul Tropico del Capricorno,è costituita da numerose isole,tra le quali Mauritius (la più grande con 1865 Kmq),che ospita la capitale Port Louis, e Rodrigues. L’isola di Mauritius ha una varietà di paesaggi difficilmente riscontrabile in altre isole dalle dimensioni cosi’contenute:infatti possiamo trovare bianche spiagge lambite da mare calmo e cristallino,scogliere battute dalle onde dell’oceano, distese di piantagioni di canna da zucchero,lussureggianti foreste tropicali e boschi di conifere.Il punto più elevato dell’isola è a 828 metri ma le montagne di Mauritius si notano più per la loro forma, a volte bizzarra, che per la loro altezza. La parte centrale dell’isola è un altopiano che arriva a 600 metri d’altitudine.

    PASSAPORTO E VISTO
    È sufficiente essere in possesso di passaporto valido almeno sei mesi dalla data di ingresso e di biglietto aereo di andata e ritorno.

    LINGUA
    La lingua ufficiale è l’inglese,ma sono comunemente parlati il francese e il creolo. Nelle maggiori località turistiche è compreso anche l’italiano.

    POPOLAZIONE
    La popolazione della Repubblica di Mauritius è di circa 1.265.000 persone, delle quali circa il 70% è di origine indiana. Il restante 30% è di origine africana, cinese ed europea. Le religioni presenti a Mauritius sono molte, le più diffuse sono quella indù, la cristiana, la buddista e la musulmana.

    CONSIGLI SANITARI E VACCINI
    Nessuna vaccinazione è richiesta ai viaggiatori provenienti dall’Europa. Si consiglia di non dimenticare un repellente per gli insetti e una buona crema solare.

    FUSO ORARIO
    L’ora di Mauritius è avanti di 3 ore rispetto a quella dell’Italia.Durante il periodo dell’ora legale la differenza si riduce a 2 ore.

    CLIMA E ABBIGLIAMENTO
    I mesi più caldi e umidi sono quelli estivi, corrispondenti ai nostri mesi invernali (da dicembre ad aprile) con medie diurne di 30°/35°, mentre quelli più freschi e secchi sono i mesi invernali (da giugno a settembre), con temperature medie diurne di 20°/25°. Nei mesi tra gennaio e marzo sono possibili attività cicloniche, seppur poco frequenti e d’intensità limitata. Sugli altipiani la temperatura è sensibilmente inferiore a quella della costa. Si consiglia di mettere in valigia capi leggeri e pratici, ma di non dimenticare un maglioncino per le fresche sere invernali. Negli hotels è richiesto un abbigliamento formale.

    VALUTA
    La divisa nazionale è la Rupia Mauriziana.Circa 45 Rupie equivalgono a 1 Euro. Le maggiori carte di credito sono comunemente accettate.

    CUCINA
    La cucina mauriziana risente degli influssi africani, orientali ed europei ed è spesso arricchita con spezie e aromi piccanti, come il peperoncino rosso e il curry .DAUBE: carne o pesce in umido. CARI: pietanza cotta nell’olio e insaporita con il curry. ROUGAILLE: a base di pomodori, cipolle e aglio usata come condimento. A Mauritius è possibile bere il buon thé proveniente dalle piantagioni del sud (ad esempio il Bois Chéri) e le ottime birre di produzione locale, come la Phoenixe la Blue Marlin. Negli Hotels è servita una cucina internazionale proposta da preparatissimi chef mauriziani,italiani e francesi.

    ACQUISTI
    Numerosi sono gli articoli per lo shopping: dai famosissimi modellini navali in legno, all’abbigliamento in cotone, lana e cachemire di eccellente fattura, alla gioielleria e al thé di produzione locale confezionato in belle scatole d’altri tempi.

    ELETTRICITA’
    220 volts.
    UN PO' DI STORIA: La popolazione dell’isola di Mauritius proviene da diversi continenti, Africa,Europa e Asia,e la storia di questi innumerevoli flussi costituiti da conquiste,colonizzazioni,migrazioni e importazioni di schiavi,ha creato quella che oggi possiamo prendere ad esempio di società multirazziale. Europei,indiani,cinesi,malgasci,ognuno con la propria cultura e religione;un’impresa non facile a prima vista “amalgamare”queste etnie cosi’ diverse e a volte non arrivate a Mauritius per scelta ma per imposizione o necessità,come nel caso dei malgasci arrivati come schiavi o degli indiani chiamati per lavorare nelle piantagioni di canna da zucchero.Ma vediamo quali sono state le vicende storiche della piccola Repubblica di Mauritius. Già disegnata dagli arabi sulle carte geografiche verso l’anno 1000,solo nel 1507 il portoghese Fernando Pereira vi approdò imponendole il nome di “Cerne”;pochi anni dopo altri due portoghesi,Pedro Mascarenhas e Domingo Fernandez diedero il nome di “Isole Mascarene”all’intero arcipelago costituito dalle odierne Mauritius,Reunion e Rodrigues.I portoghesi non erano interessati a quest’isola,che rimase quindi disabitata per ancora un secolo,fino all’arrivo degli olandesi nel 1598 che ne presero ufficialmente possesso con l’ammiraglio Van Warvyk e la chiamarono “Mauritius”,in onore del Principe Maurice di Nassau,il nome che l’isola ha oggi. Il 1600 vide l’inizio della grande espansione commerciale degli europei nell’Oceano Indiano,Mauritius divenne un importante scalo per il rifornimento d’acqua e viveri lungo le rotte per le Indie Orientali e,per proteggerla dai tentativi di conquista degli inglesi e dei francesi,gli olandesi v’insediarono qualche decina di uomini che iniziarono la coltivazione della terra e lo sfruttamento delle risorse naturali,quali l’ebano;parallelamente importarono da Giava la canna da zucchero,i cervi,e ben presto la necessità di mano d’opera contadina condusse all’introduzione di schiavi provenienti dal Madagascar. I coloni furono incapaci di governare con profitto le attività commerciali dell’isola,l’insediamento di uno scalo attrezzato della Dutch East India Company a Capo di Buona Speranza nel 1656 diminui’ notevolmente l’importanza di Mauritius e gli olandesi l’abbandonarono dopo averne distrutto buona parte del patrimonio forestale d’ebano e sterminato a scopi alimentari il “Dodo”,un enorme e mite gallinaceo alto fino a un metro e che poteva raggiungere gli 80 Kg.di peso;di questo singolare pennuto resta un esemplare imbalsamato al Museo di Port Louis. L’isola diventò cosi’base dei pirati che avevano abbandonato il Mar dei Caraibi,attratti dal crescente transito di navi mercantili nell’Oceano Indiano,e anche questa fu la ragione che indusse i francesi della Compagnie des Indes (che nel 1665 avevano già occupato Réunion,all’epoca chiamata Bourbon) a conquistare i porti di Mauritius,conquista che avvenne nel 1715 per opera di Guillaume Dufresne D’Arsel per conto di re Luigi XV; Mauritius fu ribattezzata Ile de France. Pochi anni più tardi i coloni francesi s’insediarono,ma è solo nel 1735 con l’arrivo del governatore Bertrand François Mahé de Labourdonnais che l’Ile de France assunse grande importanza strategica e commerciale nell’Oceano Indiano,in vista anche della lotta per il predominio dei mari che stava per scatenarsi tra Francia e Inghilterra;Labourdonnais decise un destino agricolo per l’isola di Bourbon e uno marittimo per l’Ile de France,e proprio per questo motivo nel 1740 costrui’e fortificò il porto di Port Louis,l’attuale capitale situata nella riparata costa nord-ovest.Sotto l’amministrazione di questo abile governatore,la colonia si sviluppò velocemente ma al termine del suo mandato,nel 1751,l’isola iniziò un lento declino dovuto all’incapacità dei successivi governatori ma soprattutto alla fortuna in esaurimento della Compagnie des Indes,al punto che i coloni furono autorizzati a trasformarsi in corsari. Negli anni settanta-ottanta il paese ritrovò un nuovo periodo di floridezza con le grandi aziende di lavorazione della canna da zucchero,e gli abitanti arrivarono a 43.000 (i quattro quinti dei quali schiavi),ma nel 1790 le notizie degli avvenimenti rivoluzionari in Francia spinsero i coloni a costituire un’Assemblea Coloniale che attribuiva tutto il potere al governo locale. Nel 1796 una squadra navale francese appena arrivata sull’isola per accertarsi dell’avvenuta liberazione degli schiavi fu cacciata e il motivo di questo atto di ribellione verso la madre patria sta nel fatto che la Francia, seguendo gli ideali della Rivoluzione Francese,aveva promulgato una legge per l’abolizione della schiavitù,e ciò agli occhi dell’Assemblea Coloniale avrebbe provocato seri problemi all’isola,sia per l’economia che dipendeva dalla mano d’opera degli schiavi,sia per l’ordine pubblico incapace di gestire questo elevato numero di nuovi uomini liberi.Per sette anni l’Ile de France si trovò a essere un possedimento ma nello stesso tempo a vivere una situazione d’indipendenza e autonomia avendo rifiutato il controllo della Francia,e proprio in questi anni l’attività dei corsari raggiunse il suo apogeo con ben 119 navi catturate. Nel 1803 Napoleone inviò sull’isola il generale Decaen per ristabilire l’autorità francese e un decreto permise la temporanea continuazione della schiavitù,ma lo strapotere dei corsari francesi indusse gl’inglesi a partire alla conquista delle Isole Mascarene:nel 1809 conquistarono Rodrigues, nel 1810 Réunion e alla fine dello stesso anno l’Ile de France, che riprese il nome di Mauritius,anche se i francesi continuarono a dominarne la vita economica e civile. Il nuovo governatore inglese si trovò a dover risolvere il problema irrisolto della schiavitù,ancora presente sull’isola ma abolita dal 1807 dal parlamento inglese,e solo nel 1833 si giunse ad un accordo economico:due milioni di sterline furono versati dagl’inglesi ai coloni francesi a titolo d’indennizzo e finalmente nel 1835 gli schiavi vennero liberati.Nel 1839 iniziò il flusso migratorio degl’indiani chiamati a lavorare nelle piantagioni di canna da zucchero e verso la metà del secolo quello dei cinesi,che si occuparono di commercio. Nel 1885 fu promulgata la prima costituzione, una seconda segui’ nel 1935 ma ancora solo una ristretta minoranza aveva diritto di voto e quindi diritto decisionale sulla vita politica del paese;l’estensione del voto a suffragio universale porta la data del 1953.Grande importanza ricopri’Sir Seewoogasur Ramgoolam (l’aeroporto è intitolato a lui e sua è l’effigie su quasi tutte le monete),Primo Ministro e in seguito Presidente dal 1959 al 1982,anno della sua morte. Nel 1968 Mauritius divenne paese indipendente nell’ambito del Commonwealth,la regina Elisabetta II ne è il capo di Stato ed è rappresentata sull’isola dal governatore generale;nel 1992 Mauritius diventò Repubblica comprensiva delle isole di Mauritius,Rodrigues,St.Brandon e Agaléga. Oggi Mauritius è una democrazia parlamentare a suffragio universale e le elezioni dei rappresentanti all’Assemblea Nazionale si tengono ogni cinque anni.Il Presidente della Repubblica ha il ruolo di rappresentante ufficiale mentre il governo è del paese è affidato al Consiglio dei Ministri presieduto dal Primo Ministro


    Località dell'Hotel

    Pointe Gerome
    Descrizione: Una penisola privata,sulla costa sud,circondata da belle spiagge e con splendido panorama sull’Ile aux Aigrettes,una Riserva Naturale protetta dove nidificano molteplici varietà di uccelli.A poca distanza il parco Naturale Marino di Blue Bay.